Dottor Marco Togliatto
Dottor Marco Togliatto

La chirurgia  e la medicina estetica del viso comprendono tutti gli interventi chirurgici che migliorano, correggono, o eliminano, malformazioni, imperfezioni e difetti del viso e del volto.
Il viso è la parte del nostro corpo maggiormente visibile da tutte le altre persone, ed è per questo motivo che mal si sopporta un difetto o un'imperfezione che riguardi questo distretto corporale.
Le rughe, il rilassamento della pelle del viso, un imperfezione del naso o le orecchie a sventola, sono i difetti che maggiormente sono esposti alla vista ed al giudizio degli altri, ed infatti sono quelli che influenzano maggiormente il ricorso alla chirurgia e alla medicina  estetica  del viso.

 

Fillers o riempitivi

I fillers o riempitivi, sono materiali biocompatibili che vengono iniettati sotto la pelle, per riempire rughe o avvallamenti, o per aumentare il volume di labbra o zigomi.
La tecnica di impianto è poco invasiva, infatti non è chirurgica e viene effettuata in ambulatorio, senza ricovero.

Indicazioni per i fillers

Con l’iniezione di fillers possono essere trattati i seguenti inestetismi:

  • Rughe frontali, rughe del contorno occhi, rughe della bocca
  • aumento di volume delle labbra
  • aumento degli zigomi
  • solchi della pelle
  • solchi nasogeni
  • avvallamenti e depressioni del viso
  • esiti di acne
  • esiti di cicatrici.

Tipologie di fillers

I filler comprendono varie sostanze riempitive (acido ialuronico, collagene, metacrilato, acido polilattico, e altri) ciascuna delle quali ha delle caratteristiche particolari che comportano differenti indicazioni, tecniche di impianto e durata.
La classificazione principale che si può fare dei filler, riguarda la loro durata all’interno dell’organismo nel quale vengono iniettati.
In particolare distinguiamo fillers riassorbibili, semiriassorbibili e non riassorbibili o permanenti. Attualmente le sostanze più utilizzate per il filler sono i filler riassorbibili e quelli semipermanenti, meno utilizzati sono invece i filler permanenti, in quanto possono presentare talvolta complicanze.

A seconda della composizione del filler stesso, distinguiamo filler biologici (riassorbibili o di superfice, adatti al trattamento di rughe superficiali) che hanno una durata nel corpo piuttosto limitata (3-4 mesi) e vengono totalmente riassorbiti dalla cute, e filler sintetici o parzialmente sintetici.
In particolare i filler totalmente sintetici hanno una durata illimitata in quanto non sono assolutamente riassorbibili, mentre i filler parzialmente sintetici si riassorbono ma molto più lentamente dei filler biologici, arrivando anche alla durata di due anni e vengono spesso utilizzati per riempire solchi e rughe profondi della pelle.

Scelta del filler

Il medico estetico, dopo una preliminare visita in studio, valutate le condizioni di partenza della paziente ed i risultati che desidera ottenere, sceglierà il tipo di filler maggiormente indicato per il caso specifico.
Il medico può anche richiedere che la paziente effettui un test intradermico allergico preliminare, che può essere effettuato anche due volte (doppio test intradermico preliminare).

Descrizione del trattamento

Il trattamento mediante fillers dura normalmente 15-30 minuti e vienne eseguito ambulatorialmente, senza ricovero, e senza anestesia (in caso si utilizza una pomata anestetica) e dopo il trattamento la paziente può tranquillamente tornare a casa e riprendere tutte le sue normali attività.

Effetti collaterali e controindicazioni

Raramente possono presentarsi effetti collaterali quali reazioni allergiche, granulomi, ematomi, e ricordiamo che l'impianto di filler è sconsigliato in caso di allergia al materiale da iniettare, gravidanza, disfunzioni della coagulazione del sangue, Herpes in fase attiva, malattie dermatologiche autoimmunitarie.

Prezzi trattamento filler

L’elemento più importante è la sicurezza della paziente, che viene sempre prima del costo del trattamento. Risparmiare mettendo a rischio la propria salute, o compromettendo il risultato finale, è da evitare assolutamente.
E’ sempre meglio affidarsi a strutture e medici estetici che assicurino al paziente la serietà, esperienza e professionalità che sono necessarie per il risultato ottimale, e soprattutto per la sicurezza del paziente.
Ricordiamo che il costo del trattamento, varia a seconda del medico a cui ci si rivolge, e anche a seconda del proprio caso specifico e dei risultati che si vogliono ottenere.
Per cui un preventivo specifico può essere ottenuto soltanto contattando personalmente il medico.
Inoltre il costo varia a seconda delle zone da trattare e dal tipo di materiale iniettabile che verrà utilizzato, ma è mediamente compreso tra 400 e 600 Euro.

 

                                                     Tossina Botulinica

Negli ultimi anni sono sempre più richiesti in medicina estetica, i trattamenti con tossina botulinica o botulino (nome commerciale Botox Vistabex che è tossina botulinica tipo A purificata).
Il botulino è una sostanza prodotta dal batterio Clostridium Botulinum, ed era già utilizzata da molti anni in medicina, in particolare in oculistica per la correzione dello strabismo.
A partire dagli anni novanta iniziarono le prima sperimentazioni in medicina estetica.
In particolare venne studiata la capacità della tossina botulinica, iniettata in minime quantità all’interno di un muscolo, di bloccarne la contrazione, impedendo il rilascio del neurotrasmenttitore acetilcolina.
Il rapido successo che ha riscontrato il botulino negli ultimi anni, è dovuto alla sua efficacia nell’attenuare o eliminare le rughe di espressione, provocate dalla contrazione dei muscoli mimici facciali, mediante un trattamento rapido, pressoché indolore, senza tempi di convalescenza o di recupero e ripetibile nel tempo, in quanto gli effetti sono temporanei e reversibili.

Rughe di espressione e Botulino

Le rughe di espressione sono provocate dalla continua contrazione dei muscoli mimici, responsabili della mimica facciale (come ad esempio le sopracciglia aggrottate). Infatti nel corso degli anni, a seguito della continua contrazione dei i muscoli mimici responsabili dell’espressione del viso, sulla pelle si possono formare dei solchi o delle rughe, dette appunto rughe di espressione, che sono i principali segni dell’invecchiamento di una persona.

Indicazioni terapeutiche per il botulino

Le principali indicazioni terapeutiche per le iniezioni con tossina botulinica in medicina estetica sono:

  • rughe orizzontali della fronte)
  • rughe tra le sopracciglia (solchi glabellari)
  • rughe delle labbra e della bocca
  • sopracciglia abbassate
  • sopracciglia aggrottate
  • rughe del contorno occhi o zampe di gallina
  • rughe di espressione
  • rughe frontali
  • solchi della pelle non troppo profondi
  • iperidrosi, ovvero eccessiva sudorazione di mani, ascelle, piedi.

Come agiscono le infiltrazioni di tossina botulinica

L’iniezione della tossina botulinica provoca riduzione della motilità dei muscoli e di conseguenza una distensione e rilassamento del muscolo e della pelle, ed in tal modo le rughe d'espressione scompaiono o si attenuano sensibilmente, ringiovanendo l’aspetto del viso della paziente.

Prima del trattamento

Prima del trattamento è importante sempre effettuare una visita in studio con il medico estetico che effettuerà le iniezioni di botox, in quanto soltanto il medico potrà valutare se esiste una valida indicazione terapeutica per l’utilizzo della tossina bvotulinica, e verificare che non vi siano incompatibilità o allergie verso la sostanza.

Come avviene il trattamento

Le iniezioni avvengono con un ago molto sottile, solitamente senza anestesia (si può avvertire un leggero bruciore), e ambulatorialmente, ovvero senza ricovero in clinica.
Il trattamento dura 15-20 minuti, dopo di chè la paziente può tranquillamente tornare a casa e riprendere immediatamente tutte le sue normali attività, ovviamente seguendo tutte le indicazioni che fornirà il proprio medico estetico.

Effetti e risultati del botulino

Gli effetti del botulino (blocco del rilasci dell’acetilcolina e conseguente distensione –rilassamento del muscolo mimico facciale responsabile della formazione delle rughe) iniziano a manifestarsi dopo 4-5 giorni dal trattamento, e raggiungono il massimo dell’efficacia dopo circa un mese.
Gli effetti ed i risultati del trattamento con botulino durano circa 5-6 mesi, ma il trattamento può essere ripetuto.
E’ importante ricordare che il botulino è utile per ridurre o eliminare soltanto le rughe e i solchi provocati dall'azione dei muscoli mimici, ma non è efficace se le rughe sono provocate dall' invecchiamento cutaneo (fotoinvecchiamento) o se si tratta di rughe o solchi della pelle molto profonde.
Infatti in queste evenienze è maggiormente indicato associare al BOTOX altri trattamenti di chirurgia estetica o di medicina estetica quali fillers a base di Collagene o Acido jaluronico, peeling chimico oppure mediante laser skin resurfacing, lifting chirurgico, blefaroplastica.

Effetti collaterali e controindicazioni

Raramente possono presentarsi effetti collaterali quali emicrania, reazioni allergiche, ptosi o abbassamento della palpebra superiore(reversibile), inoltre è sconsigliato in gravidanza o in presenza di problemi neuromuscolari.

Lifting non chirurgico mediante botox

Diminuendo la trazione dei muscoli del sopracciglio che tendono verso il basso, a vantaggio dell'azione dei muscoli che spingono verso l’alto, le iniezioni di botox possono effettuare un lifting non chirurgico del sopracciglio, ovvero un sollevamento lieve delle sopracciglia in grado di donare alla paziente un’espressione più giovane e rilassata.

Prezzi iniezioni di botox

I prezzi di un trattamento con iniezioni di botulino varia a seconda del numero di zone che vengono trattate, e può essere compreso, in media, tra Euro 300-600

 

La biorivitalizzazione

La biorivitalizzazione è utile per prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento della pelle, e consiste nell'iniettare nella parte superficiale della pelle, con aghi sottilissimi e minimo fastidio, sostanze biocompatibili e totalmente riassorbibili, che stimolano una riattivazione del derma.
La biorivitalizzazione è quindi un trattamento utile per prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento cutaneo del viso, del collo e del corpo in quanto stimola la funzionalità cellulare, donando alla pelle un aspetto più giovane e con riduzione delle rughe.

Il trattamento di biorivitalizzazione comprende vari prodotti che vengono iniettati nella cute con due tecniche:
"cross-linked" oppure "picotage".

Tecnica cross-linked: La biorivitalizzazione consiste in precise infiltrazioni intradermiche cross-linked ovvero in senso verticale e orizzontale, che si intersecano tra loro ed in particolare in zone come le guance, le regioni perioculari ed il collo.

La tecnica del picotage è più utile per prevenire e contrastare l'invecchiamento della pelle dovuto all'esposizione solare o a lampade abbronzanti (foto invecchiamento), e prevede microiniezioni, molto superficiali distanti un centimetro l'una dall'altra su mani, viso, collo e decolleté.

Il numero di sedute necessarie varie da paziente a paziente e anche in questo caso dipende dal grado di invecchiamento delle pelle. Un trattamento di mantenimento, generalmente può avvenire ogni tre-quattro mesi.

Il trattamento di biorivitalizzazione può essere coadiuvato da altri trattamenti quali massaggi e linfodrenaggi.

Le sostanze che vengono utilizzate nel trattamento di biorivitalizzazione possono essere acido ialuronico (usato come biorivitalizzante e non come riempitivo), farmaci omotossicologici biorivitalizzanti, complessi polivitaminici, aminoacidi da soli od in combinazione con acido ialuronico.

 

                                      Aumento delle labbra

L’espressività delle labbra nella mimica facciale è di grande importanza, e le richieste più frequenti riguardano l’aumento di volume delle labbra, più raramente la riduzione.
Entrambi le procedure si eseguono in anestesia locale e senza ricovero.
Controindicazioni all’intervento sono le infezioni locali e la ipersensibilità documentata ad eventuali prodotti di sintesi iniettabili - fillers.

L'intervento consiste nell'aumento di labbra sottili, ma spesso si interviene per il riempimento graduale di una bocca che con il tempo ha cambiato forma e perso tonicità ed appare ora, a causa della riduzione di volume, più piccola e sottile.
Altre volte, invece, l'aumento avviene per una vera e propria scelta estetica.

L'impianto delle labbra, può essere effettuato con varie tecniche sia chirurgiche che non chirurgiche, come ad esempio i filler.
Il più rapido ed efficace metodo è sicuramente l’innesto di prodotti di sintesi permanenti o riassorbibili che danno ottimi risultati, sia estetici che funzionali e non necessitano della vera e propria chirurgia.

Valutazione pre-operatoria
L’esame clinico deve prendere in considerazione la simmetria tra i due emilabbri, la presenza di deficit motori, il rapporto tra labbro superiore e quello inferiore.
Il piano di intervento deve essere accompagnato da una precisa documentazione fotografica.

Tecnica chirurgica
L’anestesia viene praticata con ago sottile con iniezione nei punti di emergenza dei nervi ottenendo un’assenza di sensibilità della zona da trattare senza alterarne con il liquido anestetico il volume.
L’anestesia mediante creme anestetiche o con il freddo è indicata solo nei casi in cui si esegua una rapida inezione per l’aumento del volume.

Riduzione dello spessore: viene segnata con penna demografica la quantità di mucosa labiale da asportare rimanendo all’interno della “linea umida” del labbro.
Nell’escissione viene inclusa un sottile striscia di muscolo orbicolare.
La sutura si esegue con filo riassorbibile.

Aumento dello spessore: si può ottenere per via strettamente chirurgica (a) o per iniezione di materiali biocompatibili (b) o di tessuto prelevato dal paziente (c).

(a) si eseguono una o due incisioni a v all’interno del labbro ottenendo un effetto di maggiore sporgenza della porzione centrale la sutura è in filo riassorbibile.

(b) i materiali biocompatibili possono essere permanenti o riassorbibili nel tempo, come ad esempio l'acido ialuronico.
E’ essenziale che i materiali usati e proposti siano atossici ed approvati dal Ministero della salute, inoltre che essi , se permanenti, possano essere facilmente rimossi.
La tecnica di inezione e lo spessore dell’ago variano secondo il prodotto utilizzato.

Periodo post-operatorio
In tutti i casi sia per la riduzione che per l’aumento le labbra vanno incontro ad un gonfiore dopo l’intervento, tale gonfiore permane per 2-4 giorni ed è causa di preoccupazione per la paziente che può ritenere il risultato eccessivo.
L’uso di lampade abbronzanti e l’esposizione prolungata al sole devono essere evitate per 14 giorni.
Nei primi giorni, in presenza di punti di sutura, è opportuna una dieta semiliquida e sciacqui dopo i pasti 

 

                                                    La Mentoplastica

Quando si vuole andare a modificare la zona del mento, si ricorre ad un intervento di mentoplastica che riesce a donare armonia al volto e del profilo in generale.
A seconda delle esigenze del paziente, la mentoplastica può aggiungere delle protesi per l'aumento del volume o può diminuirne le dimensioni.

Valutazione pre-operatoria

Il chirurgo, proprio per valutare le condizioni ossee del profilo, farà effettuare una radiografia che gli consentirà di conoscere nel dettaglio la conformazione dell'osso e le parti molli. Spesso l'intervento di mentoplastica può essere associato ad uno di malaroplastica, ossia il modellamento degli zigomi.
La visita sarà molto accurata e molto spesso viene utilizzata anche la tecnica della elaborazione computerizzata per avere una proiezione del risultato in anteprima. Prima dell'operazione, il chirurgo stesso vi indicherà una istruzioni apposite per l'assunzione di farmaci, alcol o fumo. .

Tecnica operatoria

L'intervento di mentoplastica viene eseguito interamente in anestesia locale e su base ambulatoriale. 
Le incisioni saranno invisibili, poiché si praticano dalla cavità orale attraverso la fornice gengivale. Nel caso di una mentoplastica riduttiva, con una fresa elettrica verrà asportata la parte di osso in eccesso.
Nel caso di un intervento di mentoplastica in aumento, si procede creando una sacca dove verrà inserita la protesi solida. Quest'ultima operazione è molto delicata, poiché deve essere curata nei minimi dettagli onde evitare che questa venga in contatto successivamente con la cavità orale provocando infezioni.
In circa un'ora, il chirurgo avrà portato a termine il proprio lavoro ed effettuerà una medicazione con cerotti e garze.

Periodo post-operatorio

Per la mezza giornata successiva all'intervento, si applica del ghiaccio sulla zona trattata.
Per circa una settimana, la medicazione va mantenuta, associata ad un piano alimentare personalizzato che non traumatizzi la sutura, realizzata in materiale riassorbibile. I risultati sono molto buoni.

Prezzi e costi mentoplastica

Seppur in apparenza si tratti di un intervento semplice, la mentoplastica ha un costo che si aggira da 2.500 a 3.500 euro. Il prezzo, anche in questo caso, è fortemente condizionato dal tipo di tecnica usata.

 

Aumento degli zigomi

Tra gli interventi di chirurgia estetica per migliorare l'armonia del volto, vi è l'aumento degli zigomi. Questi hanno l'importante funzione di tenere la metà inferiore del viso e creano una sorta di stacco che rendono il viso più armonioso ed interessante.

L'aumento degli zigomi mediante un impianto protesico avviene direttamente in ambulatorio e al paziente viene praticata un'anestesia locale. Vengono scollati dei tessuti appena sotto il periostio e si crea una tasca di dimensioni leggermente superiori alle protesi da inserire. Lo spostamento delle protesi è poi evitato nei successivi quattro giorni, tramite una medicazione da effettuare sempre in ambulatorio.

Il periodo post-operatorio è abbastanza breve. Si possono avere dei leggeri gonfiori per due, tre giorni, associati anche a piccole raccolte di sangue che tendono a scomparire in circa una settimana.  Per almeno due settimane dall'operazione, si deve evitare l'esposizione al sole, solarium inclusi.
Il costo dell'intervento dia aumento degli zigomi, varia in base a materiali usati e metodi, in genere è compreso tra 3.000 - 4.000 euro.

Aumento zigomi o malaroplastica

Gli zigomi rappresentano un elemento importante per esaltare la bellezza di tutto il viso, e il difetto che maggiormente presentano è quello di essere poco marcati o delineati (ipotrofia degli zigomi).
Per questo motivo sempre più pazienti si rivolgono al loro chirurgo estetico per richiedere questo un intervento di malaroplastica.

Tecniche chirurgiche per aumentare gli zigomi

L' aumento degli zigomi si può ottenere attraverso varie tecniche sia di chirurgia estetica del viso che di medicina estetica, ovvero più o meno invasive.
Solitamente si tratta di un intervento ambulatoriale eseguito in anestesia locale.

  • Aumento zigomi mediante fillers
  • Aumento zigomi mediante protesi

Aumento zigomi mediante fillers

Un aumento temporaneo ma sicuro e sopratutto reversibile si può ottenere con l'iniezione di fillers a base di acido ialuronico e di acido polilattico.
Il trattamento viene eseguito in ambulatorio, in varie sedute, senza ricovero.
Con le infiltrazioni di con acido ialuronico l'effetto dura circa un anno ed è necessario un trattamento all'anno per mantenere stabile il risultato.

I fillers a base di acido polilattico stimolano le cellule a produrre nuovo collagene, e le infiltrazioni vengono eseguite una volta al mese per 3-4 mesi.
Il risultato è stabile e duraturo per quasi due anni.

 

 

 

 

 

 

Contattatemi per fissare un appuntamento

Telefono:

011.500363

 

E-mail: 

tomarcott@libero.it

 

 STUDIO MEDICO Sede

Dottor Marco TOGLIATTO

C.so Turati 13/D

10128 TORINO

  

Avete anche la possibilità di contattarci compilando il modulo online

Nuovo sito web

Finalmente anche il Dottor Marco Togliatto specialista in chirurgia maxillo facciale è in Internet. Abbiamo realizzato un sito web, grazie al quale vi teniamo sempre aggiornati!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Dottor Marco Togliatto CORSO MEDITERRANEO 75 10129 TORINO Partita IVA: